La salute del gatto,  Vivere con il gatto

Proteggi il tuo gatto con i giusti antiparassitari

Il nostro gatto può essere esposto all’azione di parassiti di vario genere. Queste creature
possono portare con sé molti pericoli, sia per il nostro animale che per la nostra famiglia.
Utilizzare antiparassitari per gatti è la soluzione migliore per prevenire l’infestazione prima
che avvenga. Sono molti i vantaggi di una buona opera di prevenzione, evitando rischi di
vario genere. Scopriamo insieme perché utilizzare antiparassitari è così importante.

Dal gatto alla casa: il rischio di infestazione

Molto spesso i gatti sono lasciati liberi di girare nei dintorni della propria abitazione. Ciò
significa che non abbiamo grande controllo sui luoghi che il gatto frequenta, con il rischio
che si possa trovare in zone ricche di parassiti.
Zecche e pulci riescono a sopravvivere nell’incuria. Per cui erba alta, parchi non curati e
simili sono posti dove è molto facile essere preda di questi parassiti.
Per questo è consigliabile l’utilizzo di antiparassitari per gatti, la cui azione previene in
maniera efficace l’eventuale infestazione.
In più l’infestazione del gatto porta con sé un altro pericolo: l’infestazione della nostra
abitazione.
I parassiti hanno solitamente un tempo di riproduzione piuttosto breve. Un esempio sono le
pulci, che in poche settimane possono moltiplicarsi in migliaia di esemplari. Un gatto con le
pulci può portarle inconsapevolmente in casa, lasciando poi che si annidino in tappeti,
cuscini, divani e altro.
Utilizzando un valido antiparassitario, potremo prevenire questa eventualità, consapevoli che
il prodotto terrà ben lontane pulci e zecche dal nostro animale domestico.

Tante varietà

Gli antiparassitari per gatto sono disponibili in tante varietà. Esistono soluzioni spot-on, un
liquido da applicare direttamente sulla cute del nostro animale in maniera periodica, oppure
il classico collarino, con una durata temporale ben precisa. Segnaliamo anche la presenza di
soluzioni spray, da applicare direttamente sulla cute del nostro animale domestico.
Per scegliere possiamo farci consigliare dal veterinario.
Esistono degli antiparassitari adatti anche ai cuccioli, molto utili ad esempio nel caso di un
ritrovamento di un gattino randagio.

Come notare la presenza di parassiti

Non tutti i parassiti sono semplici da individuare. Le zecche, ad esempio, sono piuttosto
grandi, mentre le pulci si nascondono facilmente, soprattutto nel pelo più scuro.
Per questo è importante imparare a notare se il gatto si comporta in maniera strana. I
parassiti tendono a dare fastidio, fino a provocare vero dolore. Un gatto che si gratta in
maniera eccessiva potrebbe avere le pulci, e potrebbe arrivare a grattarsi fino al
sanguinamento.
Fate particolare attenzione anche se notate debolezza da parte del gatto, un’eccessiva
sonnolenza o un improvviso cambio di abitudini. Consultate il veterinario, esponendo la
situazione. Sarà il medico a consigliarvi sul da farsi e su eventuali accertamenti da
effettuare.
Come vedete, agire dopo l’infestazione può essere complesso. Per questo la prevenzione
resta la scelta migliore.

Altri pericoli

Gli antiparassitari ci aiutano a prevenire anche dei pericoli secondari. I parassiti vivono
nell’incuria, e possono diventare a loro volta portatori di pericolose malattie.
Anche un eccessivo grattamento, sintomo tipico delle pulci, può rappresentare un problema:
lasciando la cute scoperta e sanguinante si potrebbero contrarre altre patologie.
Per questo, in caso di infestazione, è importante consultare il veterinario in maniera tale da
notare fin da subito se sono presenti ulteriori infezioni. Nel periodo successivo
all’infestazione, tenete particolarmente sotto controllo il vostro felino per evitare spiacevoli
ricadute.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.