Accessori utili,  Comportamento,  Vivere con il gatto

Come educare un gatto che distrugge tutto!

Hai un gatto pacifico e tranquillo o un gatto “distruttore”?

In tutti i casi i gatti e i gattini hanno bisogno di “graffiare” e farsi le unghie sulle superfici di casa, soprattutto se non possono uscire in spazi aperti, quindi questi consigli ti saranno utili anche se hai in casa un gattino che sembra un peluche.

Prima di tutto facendosi le unghie e stirandosi sugli oggetti verticali con le unghie ben aperte fanno ginnastica, per loro è una sorta di stretching che li aiuta a distendere e allungare i muscoli.

Poi sotto alle zampette, in prossimità dei polpastrelli e delle unghie, hanno delle ghiandole che secernono i loro feromoni, particolari ormoni odorosi (tu non li senti ma i gatti, i cani e gli altri animali li sentono forti e chiari) con cui segnano il loro territorio.

Las tessa cosa che fanno quando si strusciano su di te con il muso, anche lì hanno le ghiadoline e ti segnano come una loro proprietà, ma senza usare gli artigli Occhiolino

Per aiutarli a farsi le unghie nel modo e nei posti giusti ci sono alcune cose da sapere e da tenere in casa:

1. Il tiragraffi

Il tiragraffi sostituisce gli alberi che il micio troverebbe in natura per farsi le unghie ed arrampicarsi per fare ginnastica e cacciare.

Se vuoi evitare che il gatto ti distrugga tende, mobili e divani comprane uno (o anche più di uno) che sia robusto e sufficientemente grande e poi insegnagli ad amarlo allungandogli un bocconcino e una carezza quando ci va sopra e quando lo usa.

Se non l’hai ancora comprato e lui o lei già si fanno le unghie sui mobili piazzalo proprio davanti al mobile incriminato, anche in questo caso carezze abbondanti e qualche bocconcino quando lo usa gli faranno capire che usare il tiragraffi al posto del tuo mobilio è cosa buona a giusta…

Ce ne sono di tutti i colori, le forme e le dimensioni, guarda questo qui sotto (lo trovi su Amazon cliccando qui) che meraviglia!il tiragraffi

2. I feromoni sintetici Feliscratch

Se nonostante premi, carezze e posizione giusta il tuo gatto continua a farsi le unghie sui mobili e non ne vuole sapere del tiragraffi puoi provare ad usare i feromoni interdigitali sintetici che si chiamano Feliscratch.

Miracoli non ne fanno e se riesci ad abituare micio con premi e carezze è molto meglio, ma tentar non nuoce.

I Feromoni sintetici imitano quelli naturali del gatto, per noi non hanno odore e quindi non ci danno fastidio, basta versarli con la pipetta direttamente sulla corda del tiragraffi e incrociare le dita.

Se hai deciso di tentare puoi trovarli su Amazon cliccando qui.

3. Spuntare le unghie

Spesso i gatti che vivono esclusivamente in casa hanno gli artigli troppo lunghi, non riescono a limarli naturalmente sul terreno e sui tronchi degli alberi come farebbero se potessero uscire.

In casa ci sono solo pavimenti lucidissimi e tronchi non se ne vedono, per questo i nostri mici sono costretti a distruggere mobili e tendaggi senza in realtà riuscire ugualmente ad accorciarsi le unghie a dovere.

Le unghie troppo lunghe in realtà danno al gatto anche problemi fisici e posturali quindi spuntarle leggermente gli fa bene e fa bene anche al divano.

Per ogni dito devi far uscire l’unghia dal polpastrello premendo leggermente, identificare la parte bianca da quella rosata vicino alla radice (che è quella irrorata dai vasi sanguigni) e tagliare solo la punta come vedi nel disegno qui sotto.come tagliare le unghie al gatto

Non tutti i gatti amano essere maneggiati in questo modo, se hai ancora un cucciolo abitualo a lasciarsi toccare ed accarezzare in ogni punto, se ogni giorno lo accarezzi dolcemente (anche mentre dorme) i punti più sensibili come le zampe e la pancina, imparerà a fidarsi di te e capirà che non ha nulla da temere.

Questo ti faciliterà molto la vita se in futuro dovrai fargli qualche trattamento, che si tratti di pulizia e cura come il taglio delle unghie, sia in caso di interventi veterinari come punture e flebo.

ATTENZIONE. La spuntatura delle unghie non ha niente a che vedere con la pratica barbara dell’asportazione chirurgica delle unghie e dell’ultima falange dei polpastrelli, che in gergo si chiama “Declawing”.

L’asportazione degli artigli è una pratica dolorosa e trasforma il gatto in un animale indifeso ed andicappato che non può più arrampicarsi e cacciare. Noi la condanniamo in modo risoluto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Uso i cookies, anche di terze parti, per migliorare la tua visita. Per accettarli continua a navigare, per saperne di più e cambiare le impostazioni consulta la Privacy e Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi